Data center tour

Guarda il video del Data Center Guarda il video del datacenter.

Data centre award 2013 finalist

Alimentazione

Il sistema elettrico è costituito da una rete di alimentazione normale in MT proveniente dall'ente fornitore di energia e da una rete di emergenza con energia autoprodotta in BT oppure MT. Di norma é possibile alimentare l'intero impianto elettrico con energia autoprodotta. Entrambe le reti fanno capo ad un quadro generale da cui l'energia é distribuita in BT per gli utilizzi di illuminazione e FM e fa capo a più di un quadro elettrico e/o locale. Dal quadro generale é derivata l'alimentazione agli apparati secondo criteri di modularità precedentemente espressi.

Architettura del sistema elettrico

L'impianto elettrico é progettato secondo criteri modulari di ampliamento del servizio.

Le scelte poste alla base della realizzazione hanno seguito i seguenti criteri:

  • Ridondanza sul dimensionamento di potenza e sulle apparecchiature di distribuzione dal punto di consegna fino all'alimentazione dell'utenza terminale, al fine di garantire continuità nell'erogazione di energia elettrica
  • Flessibilità della distribuzione compatibilmente con il criterio di cui al punto precedente ed in accordo con il lay-out tecnico degli ambienti da alimentare
  • Possibilità di garantire in ogni punto della distribuzione la commutazione automatica tra le sorgenti predisposte:
    • In tempo "0" sul ramo alimentazione continuità apparati
    • con un tempo minimo su tutte le utenze normali e preferenziali.
      (tempo meccanico di commutazione tra i due interruttori generali motorizzati)
  • Rilevato grado di manutenibilità, sicurezza e gestione

Ridondanza

Per garantire la continuità nell'erogazione l'impianto elettrico é stato realizzato in modo ridondante in ogni sua componente.

Ed in particolare presenta le seguenti caratteristiche:

  • alimentazione in MT con quadro di ricevimento, predisposta con doppio ingresso energia per eventuale by-pass tra le due sorgenti di alimentazione già a livello di media tensione
  • cabina di trasformazione MT/BT allestita con:
    • quadro elettrico di distribuzione MT, per l'alimentazione di due trasformatori
    • due trasformatori di potenza MT/BT isolati in resina, dei quali uno di riserva attiva all'altro che garantisce:
      • il 100% di riserva come apparecchiatura
      • il 100% di riserva come potenza
  • Due sistemi di distribuzione energia (ramo A e ramo B) ognuno dei quali composto da:
    • un quadro elettrico BT generale commutazione rete gruppo per ramo, predisposti inoltre per il telescambio reciproco;
    • un quadro elettrico generale BT tipo Power Center a tripla segregazione per la distribuzione principale e l'alimentazione dei carichi preferenziali;
  • Due sistemi continuità (ramo A e ramo B) posizionati in locali distinti, segregati e compartimentati ognuno dei quali contiene:
    • un quadro elettrico BT per alimentazione e distribuzione
    • un sistema centralizzato composto da batterie di gruppi di continuità (UPS) completi di accumulatori, dimensionati per garantire un'autonomia a pieno carico di 20 minuti, funzionanti in parallelo con bypass
  • Un sistema di trasferimento dell'alimentazione, costituito da una coppia di commutatori statici di trasferimento STS in grado di commutare in tempo "0" il carico tra le due distribuzioni disponibili (ramo A e ramo B); questa soluzione realizza una doppia sicurezza sull' utenza terminale
  • Quadri elettrici secondari, per l'alimentazione degli impianti luce/forza-motrice e degli impianti tecnologici, predisposti per la commutazione meccanica automatica tra le due sorgenti disponibili (ramo A e ramo B)
  • Quadri elettrici sale apparati, per l'alimentazione degli armadi, in numero di uno su ciascuna linea (ramo A e ramo B); tutti gli interruttori sul quadro sono dotati di contatti per il riporto di un segnale di stato/allarme al sistema di controllo centralizzato (BMS)
  • Una sorgente autonoma autoprotetta (da gruppi elettrogeni) per sopperire alla mancanza di energia di rete, completa di sistema di alimentazione a ciclo diesel
  • Sistemi di alimentazione a 48V per apparati in corrente continua, realizzati con la predisposizione di raddrizzatori modulari predisposti in testa ad ogni fila di apparati e con modulo raddrizzatore di riserva
  • Linee elettriche principali che collegano i vari quadri "Power Center" ed i gruppi elettrogeni, realizzate con condotti blindati e con cavi a ridotta emissione di gas tossici e corrosivi, completi di setti tagliafuoco
  • Linee elettriche di distribuzione alle sale apparati ed a tutte le utenze secondarie realizzate con cavi non propaganti l'incendio a ridotta emissione di gas tossici e fumi opachi, opportunamente installati nei cavedi verticali e nelle canaline metalliche predisposte lungo percorsi orizzontali
  • Doppia distribuzione secondaria agli apparati in partenza dai relativi locali quadri

Flessibilità

La flessibilità é garantita dalla scelta di sistemi ed apparecchiature che permettono la modularità di installazione e quindi la predisposizione della massima configurazione possibile per ogni area di impianto; le apparecchiature sono dimensionate in funzione delle fasi di riempimento delle sale apparati.

Manutenibilità e sicurezza

La manutenibilità e i livelli di sicurezza sono garantiti da:

  • possibilità di disattivare parti d'impianto per la manutenzione garantendo la funzionalità del sistema.
  • impianto rivelazione fumi al servizio di tutto il complesso; l'allarme contemporaneo di due o piu' rivelatori di fumo provoca, nelle aree in cui é previsto l'impianto di spegnimento incendi a gas, l'attivazione delle procedure di spegnimento automatico incendi.
  • impianto antiallagamento a pavimento di tutte le sale apparati, locali tecnici ed uffici.
  • impianto BMS (Building Management System) per la rivelazione di stati, allarmi, segnalazioni e condizioni di funzionamento di tutti gli impianti elettrici e meccanici, integrato con la gestione dei sistemi di controllo e regolazione.
  • impianto antintrusione ad ogni livello dell' edificio, area sistema, piani, locali tecnici ecc. con sensori dedicati; rivelazione apertura porta e controllo accessi per mezzo di badge di prossimità. Impianto di controllo con telecamera a circuito chiuso sui percorsi esterni, sui principali accessi interni e nelle sale apparati.
  • Impianto di spegnimento a gas ARGON in ogni sala apparati, realizzato sia in ambiente che sotto il pavimento flottante, con rete di distribuzione per l'erogazione del gas; é inoltre previsto un appropriato impianto di lavaggio dell'ambiente per l'espulsione del gas nei locali dopo l'erogazione dell'agente estinguente.

Suddivisione degli impianti

Gli impianti elettrici sono composti da parti principali cosi' suddivise:

  • cabina di trasformazione (se prevista cabina alimentazione in MT) alimentazione principali
  • stazione di energia per alimentazione di emergenza (gruppo elettrogeno)
  • impianto di rifasamento automatico (dove prevista alimentazione in MT)
  • quadri elettrici per distribuzione secondaria luce/FM
  • impianto di terra
  • distribuzione energia agli apparecchi TLC a 220 Vca e 48 Vcc

Alimentazione di emergenza

La stazione di energia predisposta per l'alimentazione di emergenza é costituita da gruppi elettrogeni dimensionati in modo da consentire di alimentare l'intera centrale per un periodo minimo di 72 ore. 20.000 litri di gasolio garantiscono la completa autonomia del datacenter. Tre gruppi elettrogeni da 800KVA/cadauno, 4 UPS da 160KVA/cadauno forniscono tutto il supporto necessario all'impianto.